Le favole aiutano a crescere

Le fiabe non raccontano ai bambini che i draghi esistono. I bambini sanno già che i draghi esistono. Le fiabe raccontano ai bambini che i draghi possono essere uccisi.

Gilbert Keith Chesterton

Come fa un bambino a identificare le proprie emozioni di paura, angoscia, rabbia, gelosia, tristezza e felicità?

Per riconoscere e validare la propria esperienza emotiva il bambino ha bisogno che ci sia qualcuno, in particolar modo un adulto di riferimento affettivo, che risuoni con la sua emozione, che la comprenda e che condivida la sua esperienza. Questo permette al bambino di riconoscere l’evento come reale, sensato e pensabile. Non basta che l’affetto sia vissuto, deve essere anche riconosciuto. Quando la sintonizzazione affettiva dei caregivers è carente il bambino vive e sperimenta tutte le emozioni, ma non avendo strumenti per riconoscerle e pensarle il rischio è chi si strutturino delle aree cieche del Sé e che non si sviluppi adeguatamente quella che Fonagy ha definito “funzione riflessiva”.

la “funzione riflessiva” è “l’acquisizione evolutiva che permette al bambino di rispondere non solo al comportamento degli altri, ma anche alla sua concezione dei loro sentimenti, credenze, speranze, aspettative, progetti ecc”, cioè che “permette al bambino di leggere la mente delle persone”.

Peter Fonagy e Mary Target

Questa risonanza emotiva tra caregivers e bambino può avvenire direttamente o indirettamente, attraverso l’immedesimazione condivisa di una storia. Il racconto di storie e fiabe rende possibile la sperimentazione di emozioni e affetti, attraverso l’immedesimazione con i personaggi e la risonanza con l’adulto che racconta. Farne esperienza accresce il bagaglio interno e permette al bambino di scoprire e conoscere le emozioni. Nel caso dei draghi in particolare, le favole rendono possibile lo svelamento di paure e al contempo la possibilità di fronteggiarle.

Per approfondire l’argomento consiglio la lettura di “Raccontare storie aiuta i bambini” di Margot Sunderland.

Bibliografia:

FONAGY P, STEEELE M., STEELE H., TARGET M. (1998), Reflective-Functioning Manual. Version 5, University College London, London.